Ana Maria Vitelaru

Nata nel 1983 in Romania, Ana Maria diventa cittadina Italiana e si stabilisce a Reggio Emilia nel 2000. A diciassette anni subisce un grave incidente ferroviario che le causa l’amputazione di entrambe le gambe, ma nonostante ciò Ana non smette di coltivare la sua passione per la moda e diventa sarta a soli 16 anni, continuando a lavorare in un’azienda prestigiosa fino ad oggi.

La sua determinazione è evidente anche nella sua attività sportiva: dopo 14 anni dall’incidente torna a praticare il trekking sulle montagne che ama, camminando con le sue protesi, e per oltre 10 anni gioca a basket in carrozzina, indossando la maglia azzurra della Nazionale Italiana Femminile.

Ana Maria è dotata di una mentalità vincente e trasmette questo spirito anche agli altri che, come lei, devono affrontare difficoltà nella vita. Grazie al Progetto “Obiettivo3” di Alex Zanardi, Ana Maria ha la possibilità di realizzare il suo sogno di praticare il ciclismo e nel 2018 entra a far parte del Team Equa e diventa tesserata FCI, indossando la maglia azzurra della Nazionale Italiana di Paraciclismo.

Nelle sue prime gare nel 2018, conquista subito due medaglie d’oro alla Coppa Europa a Marina di Massa e due medaglie di bronzo alla Coppa del Mondo in Belgio. Continua a rappresentare l’Italia e a vincere medaglie nel 2019, con ben quattro medaglie d’oro alla Coppa Europa e due medaglie d’oro alla Coppa del Mondo a Corridonia.

Scroll to Top